Centro Raccolta Profughi

presso il Campo Profughi di Padriciano
23 ottobre 2004 - 28 febbraio 2005

S'intitola "Per una storia dei campi profughi istriani, fiumani e dalmati in Italia (1945/1970)" l'importante contributo che il Gruppo Giovani dell'Unione degli Istriani propone per ricordare i 50 anni dal ritorno di Trieste all'Italia ma anche della perdita definitiva della Zona B e della nascita dell'Unione degli Istriani.
Per la prima volta vengono rievocate le vicissitudini degli esuli istriani (sparsi tra 120 campi profughi e Centri di Raccolta Profughi in Italia) tramite una significativa esposizione nell'ex Campo Profughi di Padriciano (presso Trieste), l'unico che presenta ancora caratteristiche edilizie e costruttive (anche se in precarie condizioni manutentive) di un campo di raccolta che ospitò un gran numero d'istriani provenienti dalle terre cedute alla Jugoslavia.

L'esposizione, inserita all'interno di un padiglione, parte da un inquadramento storico introduttivo della situazione degli esuli istriani, delineando la (grama) vita all'interno del C.R.P. (Centro di Raccolta Profughi): accoglienza, alloggiamento, assistenza sanitaria, vitto, attività scolastica ed educativa, immissione nel mondo lavorativo e dimissioni dal campo.

 Nondimeno nelle sale espositive è stato ricostruito un modulo abitativo dell'epoca (i tristi "box") recuperando materiali originali conservati nelle porto vecchio di Trieste ove le masserizie degli esuli giacciono oramai da quasi sessant'anni.

Accanto a ciò, il recupero di attrezzi di vita quotidiana all'interno del C.R.P. (posate, brocche, coperte, vestiti) sono indirizzati verso il recupero di una memoria drammatica e recente dell'esodo di molti italiani d'Istria, di Fiume di Dalmazia che la storiografia ufficiale non ha ancora affrontato ma che con capacità, precisione e senso di responsabilità, il Gruppo Giovani ha voluto rievocare e ricordare. A corredo di quanto, immagini d'epoca, filmati, testimonianze e documenti illustrano al visitatore la ristrettezza economica, quella sanitaria, e le drammatiche condizioni sociali ed umane della vita quotidiana all'interno del C.R.P.
L'I.R.C.I, a margine dell'esposizione, ha predisposto il "volume C.R.P." il quale, fungendo da catalogo alla mostra, illustra anche il progetto di ricerca pluriennale sui campi profughi che l'Istituto ha avviato congiuntamente all'inizio delle ricerche per la mostra.

da "Il Piccolo" 21/12/2004

Centro profughi, prorogata la mostra a Padriciano

Prorogata la mostra «Crp - Centro raccolta profughi. Per una storia dei campi profughi istriani, fiumani e dalmati 1945-1970» allestita dallo scorso ottobre presso l'ex campo profughi di Padriciano. In considerazione del raduno mondiale degli esuli che dovrebbe svolgersi a Trieste il prossimo 10
febbraio e soprattutto visto il grande afflusso di visitatori (oltre 11.000 fino a domenica scorsa) e le continue richieste di persone provenienti da tutta Italia, il Gruppo Giovani dell'Unione degli istriani e l'Istituto regionale per la cultura istriano-fiumano-dalmata, hanno stabilito nel corso di una riunione i termini della proroga. La mostra che avrebbe dovuto chiudere il 15 dicembre è stata dunque prorogata a tutto il 28 febbraio 2005 limitatamente al sabato ed alla domenica, escluse le festività, con orario
10.00-17.00, mentre in caso di gruppi organizzati o scolaresche potranno essere concordate anche visite fuori dagli orari indicati, contattando la segreteria dell'Irci (tel. 040-639188 dal lunedì al venerdì con orario 09.30- 12.30).

 

 

[TORNA A WWW.TRIESTEITALIANA.IT]

 


www.triesteitaliana.it è il sito che la Lega Nazionale dedica al 50° anniversario del ritorno di Trieste all'Italia.
Vi troverete documenti del nostro archivio o collegamenti a siti esterni.
Se avete siti da segnalare, materiale da pubblicare o per qualsiasi informazione scriveteci.

    2004

www.leganazionale.it